Stagione delle ciliegie e Covid-19: Compac ha superato a pieni voti le sfide della pandemia

Posted by Marijke Bellemans on Sep 8, 2020 9:08:39 AM

Compac (gruppo TOMRA Food) e i suoi partner ICOEL e Sardas si sono trovati ad affrontare una sfida eccezionale: proprio mentre si preparavano a spedire e installare tre linee di selezione e confezionamento chiavi in mano in Turchia e una quarta in Uzbekistan è scoppiata la pandemia COVID-19. Nonostante la situazione, con paesi in isolamento, restrizioni di viaggio e interruzioni della logistica del trasporto merci, i quattro progetti sono stati completati nei tempi previsti. Questo risultato ha richiesto tutto l'ingegno dei team coinvolto nell'installazione, che è stato in grado di sfruttare la presenza globale e l'estrema flessibilità operative di Compac. Le quattro linee, dotate della piattaforma di selezione InVision2, sono riuscite ad essere operative per l'inizio della stagione delle ciliegie, per la soddisfazione dei clienti. Con le nuove linee di selezione e confezionamento Compac, le ditte turche Perla Fruit, Karaali e Unifrutti e Uz-Segang in Uzbekistan hanno chiuso la stagione in positivo, ricevendo ottimi feedback dai clienti finali.

In una stagione ottima per le ciliegie, Compac, il suo distributore ICOEL e l'agente turco Sardas hanno dimostrato che anche gli ostacoli più difficili possono essere superati grazie al lavoro di squadra e alla capacità di pensare fuori dagli schemi. I grandi progetti completati in Turchia e in Uzbekistan durante la pandemia, quattro linee di selezione e confezionamento chiavi in mano installate per un totale di 42 canali con InVision2, sono eccellenti esempi dell’ intraprendenza e della volontà di essere sempre al fianco dei clienti.

Un'attenta pianificazione e una presenza globale per un servizio puntuale

"La pandemia COVID-19 ha rappresentato una sfida inaspettata, con significative restrizioni alla circolazione di persone e materiali", commenta Roberto Ricci, direttore regionale di Compac EMENA. "Nonostante la situazione, abbiamo consegnato tutto nei tempi previsti. Come abbiamo fatto? Innanzitutto, tramite un'attenta pianificazione della logistica con il nostro partner ICOEL, poi facendo leva sulle nostre capacità globali di fornitura e logistica".
Tutte le attrezzature Compac InVision2 per i quattro progetti sono state prodotte nello stabilimento Compac della Nuova Zelanda e in quello TOMRA Food della Slovacchia. La capacità produttiva globale dell'azienda, che possiede anche uno stabilimento in Cina, le conferisce i mezzi e la flessibilità necessari per realizzare progetti in tutto il mondo in modo efficiente - anche nella complessa situazione creata dalla pandemia. Le attrezzature per i quattro progetti sono state consegnate ai quattro impianti in tempo per poter essere operative all'inizio della stagione delle ciliegie.

Selezione di alta qualità per i mercati più esigenti

Perla Fruit_InVision²-4

Perla Fruit, Karaali e Unifrutti in Turchia, e Uz-Segang in Uzbekistan sono grandi imprese che esportano in alcuni dei mercati più esigenti in quanto a qualità delle ciliegie, come la Cina.
La Turchia - il più grande produttore al mondo di ciliegie (con poco più del 25% di quota del mercato globale) - ha fatto la scelta strategica di sviluppare l’export e concentrarsi sulle varietà di ciliegie dolci, che sono le più richieste. Solo tra il 2005 e il 2016 la sua produzione di ciliegie dolci è aumentata da 6 a 21,5 milioni. Perla Fruit è stata fondata nel 2019 da una famiglia di pionieri che ha contribuito alla fama del settore delle ciliegie turco, chiudendo con successo la sua prima stagione con oltre 4.000 tonnellate di ciliegie esportate nei mercati di Europa, Estremo Oriente e Medio Oriente. Karaali, un'azienda a conduzione familiare fondata nel 1992, ha una capacità di esportazione annuale di circa 3.000 tonnellate, la maggior parte delle quali va al mercato russo. Unifrutti, nota azienda italiana che esporta frutta in tutto il mondo, ha stabilito la sua base in Turchia nel 1991 e ha iniziato a lavorare nel nuovo impianto di selezione e confezionamento durante la stagione delle ciliegie, lavorando 3.000 tonnellate per il mercato europeo.

L'Uzbekistan è un mercato in rapido sviluppo, che è già diventato il 5° produttore mondiale di ciliegie e il cui governo sta investendo molto sullo sviluppo del’export di frutta e verdura. Recentemente ha firmato un protocollo con la Cina per la fornitura di ciliegie e ha intrapreso trattative con la Corea del Sud per facilitare le esportazioni. La vicinanza alla Cina, il più grande mercato di importazione di ciliegie del mondo, sta attirando l'interesse delle aziende turche di esportazione di ciliegie che lo vedono come una piattaforma per raggiungere un significativo bacino di nuovi clienti. Uz-Segang coltiva frutta, verdura e legumi nel fertile terreno della valle di Fergana. Esporta principalmente verso il mercato cinese - beneficiando del fatto che si trova a soli 3,5 giorni di viaggio in camion - e verso la Corea del Sud.

Unufrutti-5

Le quattro aziende hanno scelto la tecnologia di Compac per i loro impianti di selezione e confezionamento per garantire ai clienti finali un prodotto di alta qualità. Compac ha analizzato attentamente le loro rispettive esigenze, sviluppando soluzioni su misura per ciascuna di esse, tutte con la piattaforma InVision2. Questa fornisce una selezione estremamente precisa e omogenea per dimensione, forma, colore e difetti attraverso una combinazione di tecnologie a colori e a infrarossi, illuminazione controllata e rotazione del frutto. Con i suoi partner ICOEL e Sardas ha installato un sistema a 16 canali per Perla Fruit, a 10 canali per Karaali e Unifrutti e a 6 canali per Uz-Segang.

Installazione remota con supporto virtuale 24 ore su 24

Le restrizioni di viaggio e il lockdown per il Covid-19 hanno rappresentato una sfida non solo per la spedizione dell'attrezzatura, ma anche per trasportare il team Compac nei quattro impianti. Spiega Roberto Ricci: "Abbiamo sfruttato le nostre capacità di assistenza a distanza con risorse localizzate per coprire tutti i continenti e i fusi orari. Abbiamo così potuto fornire supporto - letteralmente 24 ore su 24, 7 giorni su 7 - ai tre distinti team tecnici che erano sul posto e che lavoravano all'installazione e alla messa in servizio delle quattro linee".

"Sì, effettivamente abbiamo lavorato 24 ore su 24, 7 giorni su 7, a causa dei fusi orari" aggiunge Mustafa Sakarya, Senior Director di Sardas, agente Compac in Turchia, che ha seguito tutte e quattro le installazioni. Compac ha gestito i quattro progetti dalla sua base in Nuova Zelanda, supportata dai team di assistenza con sede negli USA e dall'importatore ICOEL con sede in Italia. "È stato un anno difficile, ma con tanti risultati. Abbiamo capito che possiamo gestire la mancanza di personale sul posto con un buon supporto a distanza. Abbiamo dimostrato che possiamo completare le installazioni interamente a distanza".

Il successo ha richiesto anche una stretta collaborazione con i clienti, che hanno fornito una connettività a banda larga veloce nelle loro imprese. "Abbiamo anche chiesto loro di installare telecamere in tutto lo stabilimento in modo da poterle seguire 24 ore su 24 e vedere i progressi dell'installazione meccanica ed elettronica", dice Mustafa Sakarya.

"Abbiamo anche usato un po' di creatività per superare i limiti logistici dei voli commerciali verso l'Uzbekistan", aggiunge Roberto Ricci. "Con l'aiuto dell'ambasciatore uzbeko a Roma, Uz-Segang ha ottenuto il permesso di portare nel Paese i tecnici ICOEL e ha noleggiato per loro un volo privato - sicuramente il mezzo di trasporto più esclusivo che il team tecnico abbia mai sperimentato! Il cliente ha pensato all'alloggio e ha organizzato la ristorazione presso lo stabilimento per i sei tecnici ICOEL, che non hanno mai lasciato l’impianto nelle quasi 4 settimane del progetto per rispettare le regole di lockdown e distanziamento sociale".

La determinazione del cliente a gestire la stagione delle ciliegie di quest'anno sulla nuova linea è stata pari a quella di Compac e dei suoi partner, che hanno fatto di tutto per ottenere il risultato desiderato. I loro sforzi sono stati premiati dalla visita ufficiale del Presidente della Repubblica dell'Uzbekistan, Shavkat Mirziyoyev, il 5 giugno scorso.

Una stagione delle ciliegie di successo per tutti

Tutte e quattro le linee erano pronte per mettersi in funzione a metà maggio, quando di solito inizia la stagione. Quest'anno, però, le ciliegie hanno iniziato ad arrivare dal campo agli stabilimenti di Perla Fruit e Uz-Segang la settimana del 25 maggio, e agli impianti di Karaali e di Unifrutti una settimana dopo.

"Quando la stagione delle ciliegie è iniziata, i clienti hanno avuto bisogno di mettere in moto le loro macchine, perciò abbiamo lavorato giorno e notte per completare l'installazione, ma tutte le linee sono riuscite a in tempo", dice Mustafa Sakarya.

Tutte e quattro le aziende hanno chiuso la stagione con successo, riportando risultati superiori rispetto ad altri sistemi per quanto riguarda la qualità del prodotto e l'efficienza del processo di selezione. "Hanno ricevuto un ottimo feedback sulla qualità superiore delle ciliegie rispetto ad altri fornitori, sia da distributori e rivenditori, sia dagli ispettori di qualità che controllano la frutta nello stabilimento di confezionamento prima che entri nella catena di distribuzione", conclude Roberto Ricci.

 

Topics: News article

Marijke Bellemans

Written by Marijke Bellemans

Marketing Communications Manager - TOMRA Food